FreeMilano Press News Italia

Notizie in Anteprima – Redazione Online milanese

  • Accessi unici

    • 334.112 hits
  • dicembre: 2010
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • soundcloud

  • #Social #Free #risorse #internet #radio

    fb_ico tw_ico ig_ico
    Le mie nuove
    Web Radio
  • Archivio storico

  • Blog che seguo

  • Traduci

Inchiesta sull’informazione italiana

Posted by Freemilano su 1 dicembre 2010

Dove sono finite le notizie.

Inchiesta sull’informazione italiana

Comunicato stampa. Milano, 30 novembre 2010. Il mercato italiano della carta stampata vale 2,13 miliardi di euro, quello televisivo quattro volte tanto. Nonostante la crisi, nel 2009 i fatturati delle tv sono aumentati dell’1,9 per cento, fino a 8,6 miliardi di euro. Eppure, l’informazione non gode di buona salute.
Il perché lo spiega Altreconomia nell’inchiesta cui è dedicata anche la copertina shock del numero di dicembre 2010 della rivista, mutuata dalle riviste di gossip, che vedete qui a fianco. Un simbolo della tendenza alla “scomparsa dei fatti” potrebbe essere Paolo Romani: oggi è ministro dello Sviluppo economico, e negli anni 80 ha lanciato Maurizia Paradiso su Lombardia7, ospitando le hot line 144 e 166. È grazie a lui se, in Italia, nemmeno il passaggio dalla tv analogica e digitale, che libererà frequenze, favorirà l’aumento del pluralismo nell’informazione televisiva, oggi un duopolio controllato da Mediaset, Rai in cui trova spazio con difficoltà il giganta Sky.
Con un’intervista a Loris Mazzetti, che invita i cittadini a esigere la diffusione del “contratto di servizio” tra Rai e ministero, per esigere un’informazione di qualità.
Quella che fa l’editoria indipendente, settore in crisi di un comparto in crisi (quello della carta stampata, meno 300 milioni di euro, oltre il 10 per cento del fatturato, nel 2009).

Non conosce crisi, invece, la prostituzione. Un mercato che vale almeno 6 miliardi di euro, e “impiega” almeno 50mila donne. Donne a cui, del fatturato di settore, restano in tasca briciole. E non solo per colpa della criminalità organizzata. Fotografia dell’indotto del sesso a pagamento, fatto da privati cittadini che affittano case a prezzi fuori mercato (da 500 a 700 euro la settimana), editori di giornali di annunci (inserzioni a 200 euro la settimana), agenzie che realizzano book fotografici, i server di internet.
In un mercato che cambia –il 70% delle prostitute ormai si vende tra le pareti di casa (indoor)-, una novità è rappresentata infatti da internet, che fa crescere domanda ed offerta. Su Ae il caso di livejasmin.com, dove pornoattori e attrici “casalinghi” si vendono per una cifra tra 1 e 10 euro al minuto. Il sito è al 31° posto in Italia, in una classifica che vede il Corriere della Sera al 13° posto, e il Sole 24 Ore al 51°.

A Torino, un genitore paga 100 euro al mese perché suo figlio possa mangiare a scuola. È la città più cara d’Italia. La ristorazione scolastica vale 1,8 miliardi di euro all’anno, il 27 per cento del totale della ristorazione collettiva. A garantire un pasto salutare ai nostri figli dovrebbe contribuire un buon capitolato, il contratto di fornitura del servizio tra amministrazione e ditte di ristorazione. Eppure, gli appalti sono nella maggior parte dei casi aggiudicati al massimo ribasso. A perdere è la qualità del cibo; a guadagnare sono 5 “immense cucine”: Sodexo, Cri Food, Camst, Compass Group, Avenance Italia.

Un approfondimento sul mercato degli e-book: a fine 2010 vale appena lo 0,1% dell’intero mercato libraio italiano (3,4 miliardi di euro di fatturato). Nuovi attori premono alla porta: tra questi c’è Telecom, con la sua libreria digitale Biblet Store, che ha stretto un accordo con il gruppo Mondadori. Dall’estero, invece, arrivano i giganti Amazon e Google. Il mercato è possibile bloccando la condivisione dei libri: sarà impossibile prestare un e-book ad un amico. Acquistare un e-book equivale, praticamente, a prenderlo in affitto.

Il 4 dicembre il Forum italiano dei movimenti per l’acqua è in piazza in tutti i capoluoghi di Regione per chiedere di frenare la privatizzazione del servizio idrico integrato. Ae racconta la “ricetta pugliese”: il consiglio regionale dovrebbe approvare, entro fine anno, un disegno di legge che “ripubblicizza” l’Acquedotto pugliese. È stato costruito insieme al Comitato regionale per l’acqua pubblica, e potrebbe creare un precedente.

www.altreconomia.it

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
Modeemodi Press

Blog Redazione di Mode&Modi a cura di Laura Cusari

Fifty shades of Reds

IF YOU LIKE IT, WEAR IT!

MilanoPressit

Arte Cultura Food Beverage Fashion Design Moda Bellezza Salute Benessere Spettacoli Cinema Musica Notizie Teatro

MilanoNews.biz

Testata online di notizie utili per milanesi e non

Bakeka Annunci Gratis

cerco,offro,regalo,immobiliari

Nero Piuma

Blog di una scrittrice

Fashioncloudette's Blog di Claudia de Matthaeis

Live your life with style.......!!!

Meet The Artists - Art Box

Impara l'arte e non metterla da parte. Anto.

viviennelanuit

Non si sale mica nella vita, si scende. Lei non poteva più. Lei non poteva più scendere fin dove ero io… C'era troppa notte per lei intorno a me.“

Cucina, Divertiti e Assaggia

la cucina di famiglia fatta col cuore

ROMY_MC

All Style by Romina Cartelli

La Vita Attraverso Cinema e Arte

La vita attraverso il cinema

versicolando

anonimo nottambulo pervado

Marcela YZ

Il mio mondo

«ma Milan l'è on gran Milan»

«Non è vero che sono brutta. Non è vero che sopra di me c'è sempre la nebbia. Non è vero che sono fredda e penso solo ai soldi. [..] Per chi mi avete preso? Io sono Milano. E sono una bella signora.» ~ Un giorno a Milano

Blamod

Notizie in Anteprima - Redazione Online milanese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: