FreeMilano Press News Italia

Notizie in Anteprima – Redazione Online milanese

  • Accessi unici

    • 332.156 hits
  • gennaio: 2013
    L M M G V S D
    « Dic   Feb »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • soundcloud

  • #Social #Free #risorse #internet #radio

    fb_ico tw_ico ig_ico
    Le mie nuove
    Web Radio
  • Archivio storico

  • Blog che seguo

  • Traduci

WIND NEWS – AD DI WIND IBARRA: CORREGGERE LO SQUILIBRIO COMPETITIVO NEL FISSO

Posted by Freemilano su 28 gennaio 2013

ROMA (MF-DJ) — Nella telefonia fissa “occorre un intervento per correggere lo squilibrio competitivo”. Lo ha detto il numero uno di Wind, Maximo Ibarra, in una intervista su Repubblica aggiungendo che “sul mobile stiamo andando molto bene ed infatti continuiamo a crescere nonostante la crisi, come clienti e come quota, tanto che puntiamo alla leadership del segmento residenziale entro la fine del 2013. Questo vuol dire semplicemente che sappiamo lavorare. Ma vuole anche dire che sulla telefonia fissa, le cose non vanno. E se le cose stanno così allora non ci restano alternative: dovremo lasciare e chiudere Infostrada. E senza Infostrada, che insieme a Wind ha investito 900 milioni di euro soltanto nell’ultimo anno, gli effetti sarebbero negativi per i consumatori e per il Paese”.

“Il problema e’ che in Italia – ha spiegato l’a.d. – abbiamo un costo di unbundling, l’affitto che paghiamo a Telecom I. per l’ultimo miglio, che e’ attualmente di 9,28 euro al mese, tra i più alti in ambito Ue. Questo valore crea a noi e a tutti gli altri operatori alternativi forti difficoltà di cassa. Infatti, il nostro margine di gestione operativa non ha mai superato il 15-16% (mentre per l’incumbent va oltre il 43%); se da questa voce togliamo gli investimenti che stiamo realizzando sulla rete per accrescere la nostra copertura, già oggi del 62% della popolazione italiana, andiamo in negativo: la rete fissa per noi brucia cassa. E questo dopo aver pagato una bolletta a Telecom Italia che oggi e’ di 500 milioni netti di euro l’anno, tanto che siamo il loro miglior cliente”. Secondo Ibarra, “basterebbe abbassare almeno di un euro il costo mensile dell’affitto di una linea per recuperare 70 milioni. Questa cifra ci permetterebbe di non bruciare più cassa in Infostrada”. Circa un eventuale accordo tra Telecom e Cdp, “il discrimine – ha messo in evidenza – e’ nella trasparenza e nella parità di accesso. Tutto il resto e’ secondario. Siamo pronti a partecipare, anche conferendo i nostri asset in fibra, se si andrà in questa direzione. O anche a essere semplici affittuari di una società Telecom-Cdp. Dipende da cosa ci chiederanno e ci offriranno. Ma la parità di accesso ed una chiara e trasparente governance sono per noi condizioni irrinunciabili”. A proposito delle Internet company, Ibarra ritiene che si tratti di un “tema da sfatare”. L’a.d. di Wind non vede “problemi”; “Google, Amazon, Facebook – ha sottolineato – non sono un rischio per le telecom mobili: sono un’opportunità. E non e’ una speranza: e’ una realtà. VimpelCom, a cui fa capo Wind, ha appena siglato un accordo proprio con Google per la “revenue sharing” dei contenuti comprati dai nostri clienti attraverso il market place di Android, Google Play”.  Fonte: Dow Jones Newswires 28-01-13 0853GMT Copyright (c) 2013 MF-Dow Jones News Srl.

Sotto una foto di Maximo Ibarra, Amministratore delegato di Wind.

http://www.windgroup.it

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
Modeemodi Press

Blog Redazione di Mode&Modi a cura di Laura Cusari

Fifty shades of Reds

IF YOU LIKE IT, WEAR IT!

MilanoPressit

Arte Cultura Food Beverage Fashion Design Moda Bellezza Salute Benessere Spettacoli Cinema Musica Notizie Teatro

MilanoNews.biz

Testata online di notizie utili per milanesi e non

Bakeka Annunci Gratis

cerco,offro,regalo,immobiliari

Nero Piuma

Blog di una scrittrice

Fashioncloudette's Blog di Claudia de Matthaeis

Live your life with style.......!!!

Meet The Artists - Art Box

Impara l'arte e non metterla da parte. Anto.

viviennelanuit

Non si sale mica nella vita, si scende. Lei non poteva più. Lei non poteva più scendere fin dove ero io… C'era troppa notte per lei intorno a me.“

Cucina, Divertiti e Assaggia

la cucina di famiglia fatta col cuore

ROMY_MC

All Style by Romina Cartelli

La Vita Attraverso Cinema e Arte

La vita attraverso il cinema

versicolando

anonimo nottambulo pervado

Marcela YZ

Il mio mondo

«ma Milan l'è on gran Milan»

«Non è vero che sono brutta. Non è vero che sopra di me c'è sempre la nebbia. Non è vero che sono fredda e penso solo ai soldi. [..] Per chi mi avete preso? Io sono Milano. E sono una bella signora.» ~ Un giorno a Milano

Blamod

Notizie in Anteprima - Redazione Online milanese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: