FreeMilano Press News Italia

Notizie in Anteprima – Redazione Online su WordPress

Archive for 27 aprile 2017

#Arte #Milano #restauro #CenacoloVinciano #sponsor #Eataly Una Cena cosi’ non la puoi perdere!

Posted by Freemilano su 27 aprile 2017

#Arte #Milano #restauro #CenacoloVinciano #sponsor #Eataly #SantaMariadelleGrazie

Eataly - alti cibi Una cena così non la puoi perdere

Una cena così, non la puoi perdere

Eataly, come unico sponsor privato, ha deciso di finanziareuna parte rilevante
del restauro ambientale, progettato dal Ministero dei Beni e delle Attività
Culturali e del Turismo, del refettorio milanese di Santa Maria delle
Grazie che ospita l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci.

Il celebre dipinto, tra le più grandi opere d’arte di ogni tempo, è particolarmente
delicato e, per via della tecnica con cui è stato realizzato, ogni giorno va incontro
ad un lento degrado
. Nel 1494, Leonardo lo dipinse direttamente sulla
parete con una singolare tecnica sperimentale, tempera grassa
su intonaco, incompatibile con l’umidità dell’ambiente.

Per evitare di perderlo definitivamente, ha preso il via un’importante operazione
che permetterà di triplicare i flussi di aria pulita e di creare le condizioni
ottimali per donare altri 500 anni di vita al capolavoro,
permettendo a molte più persone di ammirarlo.

L’iniziativa è promossa da un corner tematico presente in tutti i negozi Eataly
e da un video realizzato con il contributo della Scuola Holden e dello
scrittore Alessandro Baricco, che invita tutti a vedere il Cenacolo.

Vuoi saperne di più? Dai un’occhiata al video e al nuovo progetto di Eataly
e visita la Basilica di Santa Maria delle Grazie a Milano,
per ammirare il capolavoro di Leonardo da Vinci.

Una Cena così, non la puoi proprio perdere!

– – –

– – –

Acquista su shop.eataly.it e iscriviti alla newsletter del Negozio Online!
www.eataly.it
Annunci

Posted in arte, enogastronomia, free, milano | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno Internet Of Things: Oltre gli oggetti, verso i servizi

Posted by Freemilano su 27 aprile 2017

#Milano #iot #polimi #smartcity #osservatori #InternetofThings #oggetti #servizi

Convegno di presentazione della ricerca
dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano
‘Internet Of Things: Oltre gli oggetti, verso i servizi’.

Osservatorio Internet of Things
BOOM DEL MERCATO IOT IN ITALIA: 2,8 MILIARDI DI EURO, +40%

Il risultato in gran parte è legato agli obblighi normativi sui contatori intelligenti (34%) e alla diffusione di auto connesse (20%), che insieme valgono oltre metà del fatturato IoT. Poi Smart Building (18%), Smart Logistics (9%) e Smart Home (7%). Un mercato maturo, in cui è necessario porre sempre più attenzione ai servizi e all’analisi dei dati raccolti.
Smart City italiana tra luci e ombre: il 51% dei Comuni medio-grandi ha avviato almeno un progetto, ma oltre metà di questi è ancora in fase sperimentale con una carenza di governance. Industrial IoT ancora agli inizi: tanti i progetti avviati, ma il 25% delle aziende intervistate non sa nemmeno cosa sia.

Milano, 21 aprile 2017 – L’Internet of Things si conferma al centro nello sviluppo digitale in Italia con un mercato che raggiunge i 2,8 miliardi di euro nel 2016, il 40% in più rispetto all’anno precedente, spinto sia dalle applicazioni consolidate che sfruttano la connettività cellulare (1,7 miliardi di euro, +36%) che da quelle che utilizzano altre tecnologie (1,1 miliardi di euro, +47%). Una crescita di grande rilievo, in linea o superiore a quella di altri Paesi occidentali, anche se in larga parte risultato degli obblighi relativi allo Smart Metering gas, che impongono alle utility di mettere in servizio almeno 11 milioni di contatori intelligenti entro la fine del 2018. Tuttavia, anche “depurando” il valore del mercato IoT dagli effetti della normativa, nel 2016 si evidenzia comunque una crescita di tutto rispetto, superiore al 20%. Oltre ai contatori gas, è la Smart Car a guidare il mercato, con 7,5 milioni di auto connesse circolanti: questi due ambiti da soli rappresentano più della metà del fatturato IoT. E se si aggiungono le applicazioni negli edifici (Smart Building), soprattutto per la sicurezza, si supera il 70% del valore totale.
Insieme al mercato cresce il numero degli oggetti: in Italia sono già 14,1 milioni quelli connessi tramite rete cellulare (+37%), senza contare gli oggetti che sfruttano altre tecnologie di comunicazione, come i 36 milioni di contatori elettrici connessi tramite PLC (Power Line Communication), gli 1,3 milioni di contatori gas che comunicano tramite radiofrequenza e i 650mila lampioni per l’Illuminazione intelligente connessi tramite PLC o radiofrequenza.
Sono alcuni dei risultati della ricerca dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano (www.osservatori.net)* presentata questa mattina al convegno “Internet of Things: oltre gli oggetti, verso i servizi”.   Leggi il seguito di questo post »

Posted in comunicare, cose utili, free, internet | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

 
Nero Piuma

Blog di una scrittrice

Fashioncloudette's Blog di Claudia de Matthaeis

Live your life with style.......!!!

The Fashion Fairy

Fashion & Lifestyle Blog

Meet The Artists - Art Box

Impara l'arte e non metterla da parte. Anto.

viviennelanuit

Thrill, Sex and Netiquette

Cucina, Divertiti e Assaggia

la cucina di famiglia fatta col cuore

ROMY_MC

All Style by Romina Cartelli

La vita attraverso il cinema

La vita attraverso il cinema

versicolando

anonimo nottambulo pervado

Marcela YZ

Il mio mondo

«ma Milan l'è on gran Milan»

«Non è vero che sono brutta. Non è vero che sopra di me c'è sempre la nebbia. Non è vero che sono fredda e penso solo ai soldi. [..] Per chi mi avete preso? Io sono Milano. E sono una bella signora.» ~ Un giorno a Milano

Blamod

Notizie in Anteprima - Redazione Online su WordPress

This is not ADVERTISING

Only selected advertising

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Notizie Milano Expo

All #Milan #News about #Expo2015 #Blog on WP.com

Silva Avanzi Rigobello

I tempi andati e i tempi di cottura