FreeMilano Press News Italia

Informazione libera no-profit a Milano – Redazione Online di Enrico Rasero

  • Accessi unici

    • 388.783 hits
  • maggio: 2021
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
  • soundcloud

  • #Social #Free #risorse #internet #radio

    fb_ico tw_ico ig_ico
    Le mie nuove
    Web Radio
  • Archivio storico

  • Blog che seguo

  • Traduci

Archive for maggio 2021

Libri: Paola de Nisco “Alla fine, il silenzio”

Posted by Freemilano su 31 maggio 2021

#Libri Segnaliamo il #libro pubblicato dalla scrittrice Paola de Nisco “Alla fine, il silenzio” S4M Edizioni.

ALLA FINE, IL SILENZIO

Il nuovo romanzo di Paola De Nisco

copertina-alla-fine-il-silenzio

Il nuovo romanzo firmato Paola De Nisco, narra le vicende di una famiglia di italiani esiliati dalla penisola istriana, ai tempi della fine della Seconda Guerra Mondiale. Due fratelli, Filippo e Francesco, titolari di una modesta seppur proficua compagnia di navigazione che commercializzava sete e stoffe ereditata dal padre, si ritrovano improvvisamente a dover organizzare la fuga della loro famiglia da quel Paese che, con l’avvento di Tito, diventava loro sempre più ostile.

I due fratelli erano stati degli “ustascia”, fascisti jugoslavi che si erano macchiati di molti crimini e avevano amministrato, nell’intervallo tra le due guerre, questi territori con durezza, imponendo un’italianizzazione forzata e reprimendo e osteggiando le popolazioni slave locali. La vendetta delle truppe del maresciallo Tito era oramai imminente. Filippo e Francesco sarebbero rimasti per salvare il loro onore, finendo vittime nelle foibe, ma la loro famiglia non meritava lo stesso supplizio. Un’imbarcazione era pronta a salpare verso la costa ligure dell’Italia, a Genova, per dare la possibilità ai figli di ricominciare una nuova vita.

Comincia così il racconto della vita della bellissima Isabella, la maggiore delle due figlie di Filippo (il fratello meno spietato). Uno spirito libero di soli vent’anni, che riesce difficilmente a sottostare alle severe regole dettate dalla zia Maria a cui è stata affidata dal padre, suo unico punto di rifermento affettivo assieme alla sorella minore Eleonora di 17 anni. La mamma delle ragazze era infatti morta di parto dando alla luce Eleonora.

Sulla nave che la porterà a Genova conoscerà Leon, un affascinante zingaro aspirante pittore, di cui si innamorerà follemente e che seguirà di nascosto, grazie anche alla complicità della sorella, nella fuga verso Parigi. La vita riserverà, alla giovane, amori straordinari e immensi dolori, sullo sfondo di un’Europa nel pieno della ricostruzione post-bellica e, in seguito, di fortissimi cambiamenti sociali che verranno ripercorsi insieme al lettore attimo per attimo. Un’esistenza, quella della donna, che la porterà ad affrontare le difficoltà della vita all’interno di una società benpensante e piena di pregiudizi, che la condizioneranno per sempre nelle sue scelte e di quelle di coloro che la amano. Affronterà la cattiveria delle persone e la cattiva sorte, ma proverà emozioni e sentimenti autentici, affetti sinceri e amicizie che dureranno nel tempo. La narrazione è scorrevole, ricca di colpi di scena e risvolti inaspettati, che porteranno il lettore alla disperata ricerca di un riscatto e che lo accompagneranno verso una dolce fine.

Paola-de-Nisco

Paola De Nisco nasce a Genova nel 1961.

Passa la sua infanzia e parte dell’adolescenza a Padova, città che influirà positivamente nel suo
modo di essere.
Fa ritorno a Genova nel 1976 e, finiti gli studi, comincia subito a lavorare come impiegata. Per un periodo di circa dieci anni ha cantato, a livello amatoriale, in alcuni gruppi della sua città che suonavano pop/rock/funky/jazz esibendosi anche diverse volte in alcuni locali cittadini. Ha sempre avuto la passione di scrivere, ma solo nel 2019 comincia a farlo seriamente dopo aver ricevuto commenti entusiastici da alcuni suoi conoscenti scrittori. Ha pubblicato in self-publishing il romanzo “Io comunque sono Paola” che racconta la sua vita intensa suddividendola per eventi, emozioni, sensazioni, ricordi e sentimenti. Questo libro, invece, narra le vicende di due famiglie veramente esistite che ha riunito in un’unica sola storia raccontando i fatti reali e usando come collante, la fantasia. È stata sposata due volte e ha un figlio di 37 anni. E’ tornata da poco a vivere a Padova con la sua dolcissima Border Collie, Paffy.

“Alla fine, il silenzio”, S4M Edizioni, è disponibile in tutte le librerie d’Italia al prezzo di € 15,00 e nei principali store digitali.

Posted in info | Leave a Comment »

#UniCredit #ItalyTechDay 2021

Posted by Freemilano su 31 maggio 2021

#UniCredit ha organizzato l ’ #ItalyTechDay 2021 con cinque #startup del settore #LifeScience
UniCredit, in collaborazione con lo studio legale Orrick, fa incontrare le migliori startup italiane del Life Science interessate ad intraprendere percorsi di crescita con una platea selezionata di grandi player del settore e di investitori nazionali ed internazionali.

UniCredit
Sostenere la spinta propulsiva dei processi di ricerca e sviluppo “più giovani e tecnologici” nel sistema produttivo italiano, con particolare riferimento al settore life-science, favorendo l’incontro tra investitori e imprese corporate nazionali e internazionali e i veri protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione, le start up.
Questo è, in estrema sintesi, l’obiettivo dell’Italy Tech 2021 – Life Science organizzato da UniCredit, in collaborazione con lo studio legale Orrick, di mercoledì 19 maggio (inizio evento digitale alle ore 16.30. Informazioni ed iscrizioni all’indirizzo mail: foundersclub@unicredit.eu ).
Cinque le startup del settore Life Science coinvolte:
# Deep Trace (Milano): azienda in grado di fornire la diagnosi precoce e predire la progressione di casi di Alzheimer, attraverso un’analisi del cervello umano condotta avvalendosi di strumenti di Intelligenza Artificiale e Cognitive Computing
# Iama (Genova): soluzione per il trattamento dei disturbi cerebrali attraverso lo sviluppo di farmaci di prima classe. Sta sperimentando un nuovo farmaco utile per alleviare in modo significativo le difficoltà di apprendimento e di memoria tipiche della sindrome di Down, così come le manifestazioni comportamentali più significative dello spettro dell’autismo.
# Prometheus (Parma): start up che propone Ematik, un innovativo sistema brevettato per la creazione di un medicamento autologo e personalizzato per uso veterinario, in particolare per la cura delle ferite cutanee. E’ prevista un’estensione dell’utilizzo del prodotto anche alla cura di ulcere e ferite sull’epidermide umana.
# Tensive (Milano): azienda biomedicale pioniera nello sviluppo di protesi innovative, a base di materiale biodegradabile, per la ricostruzione e l’aumento del seno. La protesi consente alle pazienti oncologiche una ricostruzione naturale del seno con autogenerazione dei tessuti.
# Tethis (Milano): azienda che sta sviluppando un approccio unico alla biopsia liquida per la diagnosi dei tumori solidi. La soluzione sfrutta le nanotecnlogie per gestire in modo innovativo le fasi preanalitiche più critiche relative alla preparazione del campione di sangue per successive analisi con imaging digitale.

Il programma prevede quindi un intervento di analisi dei principali trend del settore a cura di Bà Minuzzi (CEO di Umana, multi-family office californiano), Luca Benatti (CEO di Erydel, società biofarmaceutica specializzata nello sviluppo di prodotti somministrati attraverso i globuli rossi dei pazienti) e Paolo Rizzardi (CEO di Altheia Science, scale-up attiva nella terapia genica in fase preclinica), in una tavola rotonda moderata da Giovanni Rizzo (Italian Angels for Biotech).
Dichiara Franesca Perrone, Responsabile UniCredit StartLab: “I dirompenti effetti della pandemia hanno mostrato l’importanza dell’investimento in ricerca ed innovazione, in tutti i settori, in primis nel Life Science. Proprio per questo, l’edizione 2021 dell’Italy Tech Day si propone di dare visibilità a eccellenze tecnologiche italiane che stanno sviluppando soluzioni ad altissimo potenziale in ambito medico. Continuiamo a sostenere in prima linea il dinamismo dell’ecosistema italiano legato all’innovazione: oggi le start-up italiane continuano a crescere, ne contiamo circa 14.000, e l’interesse da parte di investitori istituzionali e privati è sempre più forte, tanto che il 2020 è stato l’anno migliore dell’ultimo quinquennio in termini di finanziamenti raccolti da parte dei fondi. Quest’anno con UniCredit Start Lab, la piattaforma dedicata alla nuova imprenditoria, abbiamo già raccolto 700 candidature di nuovi progetti innovativi e siamo pronti ad accompagnare quelli più meritevoli”.
Prosegue Attilio Mazzilli, partner Responsabile del Dipartimento Tech & Innovation di Orrick: “Nel 2020 i finanziamenti per la digital health hanno raggiunto un record di 21,6 miliardi di dollari a livello globale, con un aumento del 103% rispetto al 2019. Anche in Italia l’ecosistema dell’innovazione è attivo e dinamico e i progetti che presentiamo in occasione del Tech Day sono un esempio di quanto il nostro Paese sia pronto a competere anche nel settore delle Life Sciences. Come riportano i dati, con un indotto di 34 miliardi solo nel 2019, l’Italia rappresenta il secondo produttore in Europa nel settore farmaceutico, subito dopo la Germania. Anche nel 2020 il nostro Paese è stato in grado di attestarsi tra i migliori, giocando un ruolo fondamentale nella ricerca del vaccino e per la produzione di macchinari. È vitale creare quindi un punto di connessione tra startup e investitori, in un contesto storico in cui abbiamo toccato con mano quanto la ricerca in ambito biotech e farmaceutico sia strategica.”

Fonte: Unicredit https://www.unicreditstartlab.eu/it.html

Posted in info | Leave a Comment »

Pizzicato apre a Milano Porta Romana

Posted by Freemilano su 27 maggio 2021

#Pizzicato apre a #Milano Porta Romana, in via Muratori 15 #Pizzeria #Friggitoria

MILANO. E’ avvenuta mercoledì 26 maggio l’attesissima apertura di “Pizzicato – Municipio Napoletano“, il nuovo locale di Porta Romana che farà rivivere lo storico brand del primo fast food napoletano degli anni ’50.

L’inaugurazione dei locali di via Lodovico Muratori era stata più volte rinviata in seguito ai provvedimenti restrittivi per contrastare l’emergenza sanitaria. La riapertura diffusa dei locali della ristorazione a fine aprile ha convinto i gestori: il 26 maggio si apre con 30 posti all’aperto in piena sicurezza. Pizzicato è partner di Io Mangio Campano e i possessori di tessera potranno usufruire degli sconti previsti.

“La verità – spiega Valerio Quagliozzi – è che crediamo fortemente che da inizio giugno verrà dato l’ok alle riaperture delle sale interne con il distanziamento. Inoltre siamo in attesa di ricevere buone notizie dal Comune di Milano per l’occupazione di altro suolo pubblico. Comunque la novità è che Pizzicato apre“.

“Abbiamo ripreso questo marchio portandolo a Milano, con tantissime pizze napoletane rivisitate in chiave moderna. Poi punteremo ovviamente sulla frittura tipica napoletana, le mozzarelle e le cozze in tutte le salse tradizionali. Non mancherà uno sguardo sui prodotti pugliesi che oggi tirano molto a Milano e non. E inoltre punteremo sulla formazione lunga e accurata del personale”.

UN LUOGO STORICO A PARTIRE DAL DOPOGUERRA

“Pizzicato” è stata una “Istituzione” storica del Secondo Dopoguerra a Napoli. Ora torna in chiave rivisitata nel centro di Milano. L’idea è nata qualche tempo fa ed ha coinvolto quattro soci, tra i quali Quagliozzi, già impegnato a Milano sul fronte della ristorazione. La sede di Porta Romana doveva contare su 110 coperti complessivi, ma questa soglia sarà raggiunta solo dopo la definitiva chiusura dell’emergenza sanitaria.
Generazioni di napoletani cresciuti nel secondo Dopoguerra si ricordano di Pizzicato a Piazza Municipio; gli altri hanno sentito i racconti di genitori e nonni. Si racconta che preparava piatti rapidi per i militari americani che sbarcavano dalle navi durante la Guerra Fredda. Per l’epoca i 1600 metri quadrati del locale rappresentavano quasi un record nazionale.

Posted in info | Leave a Comment »

Libri: IL GIOCO DEGLI SPECCHI

Posted by Freemilano su 27 maggio 2021

#Libri IL GIOCO DEGLI SPECCHI di Morena Fellegara per Fratelli Frilli Editori

Un omicidio che solleva un dedalo di supposizioni, un labirinto investigativo fra prospettive illusorie, ipotesi ingannevoli, sentieri monchi. Un intreccio contorto, la cui complessità travalica le esigue capacità investigative di Farfuglia e i ristretti circuiti neuronali del giornalista Parente. Elementi pulviscolari in una nebulosa di umanità contraddittoria orbitano intorno al Bar Marco. Lo sfondo però è magico, i Mondiali ’82, la grandiosa vittoria di un’Italia che rinasce tra le partite di calcio, i goal di Paolo Rossi e il Presidente Pertini che accompagna il suo popolo. Mario il barista, al centro di una galassia di vite oblique, distilla nei suoi ragionamenti una tenace curiositas mai disgiunta da una pietas sincera, ben sapendo che la soluzione non appartiene all’inaccessibile sfera del mistero ma ai meandri dell’enigma, che celano sempre una spiegazione razionale. E il labirinto si trasforma in un gioco di specchi. L’identità di due disegni genetici gemelli, di due vite biologiche sovrapponibili, trasfigura in due esistenze anagrafiche speculari dove ciò che è destro, sinonimo di diritto, retto, diventa – nell’ immagine riflessa – sinistro, inquietante, minaccioso. Come nella simmetria degli specchi e il loro capovolgimento, le polarità del positivo e del negativo si invertono e ribaltano la direzione di due destini: l’agiato perbenismo di provincia si dissolve in abissi inconfessabili. Mario cerca il colpevole e vuole ostinatamente credere nella verità, cerca in quei frammenti trattenuti nello specchio che riflette finché trova il dettaglio, la nota dissonante, il particolare insignificante che svela l’elemento significante. Dopo il grido di vittoria degli Azzurri le indagini saranno ancora più sorprendenti, spinte anche un po’ dall’urlo di Tardelli e la sorpresa di Pablito.

rbt

Morena Fellegara, infermiera di professione e scrittrice per passione, è nata a Sanremo il primo maggio 1975. Ha esordito nel 2020 per Fratelli Frilli Editori con il romanzo noir Un Pastis al Bar Marco, ambientato negli anni Ottanta nel bar dei suoi genitori, che ha avuto un successo inaspettato. Una penna che descrive con immediatezza e leggerezza le dinamiche che animano e inquietano il quotidiano di vite semplici, entrando con garbo e acume negli abissi che, a volte, si spalancano dietro le maschere degli stereotipi sociali. Ha partecipato all’antologia I luoghi del noir (Fratelli Frilli Editori) con il racconto Aiga ae corde, ambientato nella storica piazza Bresca di Sanremo, dove l’enigma del giallo si intreccia con la storia.

Posted in info | Leave a Comment »

il Teatro alla Scala annuncia la scomparsa di Carla Fracci

Posted by Freemilano su 27 maggio 2021

il #Teatro alla #Scala di #Milano annuncia la #scomparsa di Carla Fracci

Il Teatro alla Scala annuncia con commozione la notizia della scomparsa di Carla Fracci avvenuta oggi nella sua casa di Milano. Il Teatro, la città, la danza perdono una figura storica, leggendaria, che ha lasciato un segno fortissimo nella nostra identità e ha dato un contributo fondamentale al prestigio della cultura italiana nel mondo.

Si comunica che la camera ardente per Carla Fracci sarà aperta venerdì 28 maggio dalle ore 12 alle ore 18 (ultimo ingresso ore 17.30) presso il foyer del Teatro alla Scala.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e spazio al chiuso“Con Maria Taglioni Carla Fracci è stata la personalità più importante della storia della danza alla Scala” ha dichiarato il Sovrintendente Meyer. “Cresciuta all’Accademia, ha legato intimamente il suo nome alla storia di questo Teatro. Nei mesi scorsi ho avuto il piacere di accoglierla diverse volte alla Scala dove veniva spesso e a gennaio siamo stati felicissimi di riaverla a trasmettere la sua esperienza alle giovani interpreti dell’ultima Giselle, che è stata per tutti un momento indimenticabile. La penseremo sempre con affetto e gratitudine, ricordando il sorriso degli ultimi giorni passati insieme, in cui si sentiva tornata a casa”.

Il Direttore del Corpo di Ballo Manuel Legris ha dichiarato: “Ci lascia stupiti, in punta di piedi come Giselle, spirito che resta con noi, riempie le sale ballo, il palcoscenico e i nostri cuori, come la sua energia mai sopita, che ci ha catturato e affascinato quando è tornata a riabbracciare il Teatro e i suoi artisti. Un grande vuoto che, allo stesso tempo, ci fa sentire ricolmi e ricchi di tutta la sua storia, che è la storia del balletto, privilegiati per aver condiviso la sua arte che è vita, leggendario modello e fonte di ispirazione di tutte le generazioni di ballerine”.

Carla Fracci è una figura cardine della storia della danza e di quella del Teatro alla Scala, ma anche un personaggio di riferimento per la città di Milano e per tutta la cultura italiana. La storia fiabesca della figlia del tranviere che con talento, ostinazione e lavoro diventa la più famosa ballerina del mondo ha ispirato generazioni di giovani, non solo nel mondo della danza. Entrata nel 1946 alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, dove studia tra l’altro con Esmée Bulnes e Vera Volkova, Carla Fracci si diploma nel 1954 e nel marzo 1955 partecipa al “Passo d’addio delle allieve licenziande della Scuola di ballo” al termine di una rappresentazione de La sonnambula diretta da Leonard Bernstein con la regia di Visconti e Maria Callas protagonista. Nello stesso anno si rivela al pubblico sostituendo Violette Verdy nella Cenerentola di Prokof’ev e inizia un’ascesa che dal 1958 la vede prima ballerina. Nello stesso anno John Cranko, dopo Il principe delle pagode, la vuole nella parte di Giulietta in trasferta veneziana a San Giorgio Maggiore e la invita alla Royal Festival Hall, inizio di un’ascesa internazionale che tocca i maggiori palcoscenici e le più importanti compagnie del mondo, ma in cui la Scala conserva un ruolo centrale. Qui Carla Fracci danza tra gli altri con Mario Pistoni, Roberto Fascilla, Vladimir Vassiliev, Amedeo Amodio, Paolo Bortoluzzi, Mikhail Barishnikov, George Iancu e negli anni più recenti Massimo Murru e Roberto Bolle. Partner fondamentali restano Erik Bruhn, che le schiude le porte degli Stati Uniti, e Rudolf Nureyev con cui forma una coppia leggendaria. Interprete d’elezione dei grandi balletti romantici e delle nuove versioni dei classici create da Nureyev, la Fracci è anche dedicataria alla Scala di un numero imponente di nuove coreografie pensate per lei, da Sebastian di Luciana Novaro a La strada di Nino Rota e Mario Pistoni, Pelléas et Mélisande e Images d’Ida Rubinstein di Beppe Menegatti, fino a Chéri di Roland Petit (danzato per l’ultima volta alla Scala nel 1999 con Massimo Murru), e carismatica interprete dei balletti incastonati nelle opere inaugurali di Stagione: da Guglielmo Tell ai Vespri Siciliani e La Vestale, oltre che protagonista della rinascita di Excelsior con la regia di Pippo Crivelli. Proprio nella parte della Luce in Excelsior Carla Fracci ha calcato per l’ultima volta il palcoscenico del Piermarini nel 2000.

Nel gennaio 2021 Carla Fracci è tornata alla Scala su invito del Direttore del Ballo Manuel Legris per preparare le coppie di interpreti della ripresa di Giselle (Nicoletta Manni con Timofej Andrijashenko e Martina Arduino con Claudio Coviello) in due masterclass trasmesse dai canali social del Teatro e riprese nell’ambito della docuserie “Corpo di Ballo” trasmessa su RaiPlay e Rai5.

Milano, 27 maggio 2021

Posted in arte, info, milano, teatro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

#UnoDiUnMilione sinfonia per la natura in Val Di Sole, Trentino

Posted by Freemilano su 27 maggio 2021

#UnoDiUnMilione sinfonia per la natura in #ValDiSole con Accademia Teatro alla Scala di #Milano. #musica #ecologia #plasticfree #savetheplanet #UDUM www.UnoDiUnMilione.com
#Pejo3000 APT ValdiSole, Trentino

0527h12 cs_1d1Milione_AccademiaScalaLa tutela dell’ambiente? Una sinfonia collettiva, nella quale le diverse forme artistiche possono diventare uno strumento per diffondere buone pratiche. Dalla Val Di Sole un progetto unico al mondo, di grande valore ecologico e sociale. “Uno Di Un Milione” è stato presentato giovedì 27 maggio alle ore 11.30 in una conferenza stampa nazionale organizzata dall’Accademia Teatro alla Scala di Milano.

Stare bene con sé stessi significa sentirsi parte di un mondo che si condivide: luoghi, persone, comportamenti, sorrisi. Questi mesi di riflessione hanno riportato in primo piano i valori che da sempre accompagnano l’uomo: quelli della natura. Uno Di Un Milione è l’opportunità di vivere in modo attivo questi valori.

Gli ingredienti sono tanti e ben amalgamati: un luogo – la Val di Sole, Peio, il Parco dello Stelvio – e le sue tante fonti di acqua pura e limpida raggiungibili con affascinanti e avventurosi percorsi. Una borraccia tecnologica, in leggero acciaio termico come segno di adesione a un territorio plastic free. Tecnologica perché, grazie al suo specifico QR Code, non solo indica le fonti e i percorsi, ma permette di ascoltare un brano sinfonico realizzato dall’orchestra e coro di voci bianche dell’Accademia Teatro alla Scala e composto con le scuole e i centri di aggregazione della valle. 

Le ultime fasi del Progetto

 

FASE III: TECNOLOGIA
Ottobre 2020 – Marzo 2021

Sviluppo del sistema tecnologico delle borracce
Uno Di Un Milione a cura di Popack, che permetterà lo svelamento delle note del brano sinfonico e la geolocalizzazione delle Fonti, degli Itinerari e Mete, e dei Contenuti Speciali connessi

FASE IV: DONO
5 Giugno 2021

Per la Giornata Mondiale dell’Ambiente, la Comunità di Valle donerà le prime 2000 borracce a tutti gli allievi delle scuole della Val di Sole. Daremo il via alla distribuzione ufficiale delle borracce: nota dopo nota, passo dopo passo, saremo protagonisti degli itinerari che ci condurranno alla scoperta delle fonti e delle mete geolocalizzate.

FASE V: INAUGURAZIONE
3 Luglio 2021

Inaugurazione delle scultura sonora monumentale Uno Di Un Milione con il concerto del Coro di Voci Bianche Accademia Teatro alla Scala a Pejo 3000, unico luogo al mondo dove potremo ascoltare la versione del brano sinfonico come integralmente eseguito dall’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala.

FASE VI: DIFFUSIONE
3 Luglio 2021

Seguendo i percorsi guidati dalla Borraccia, si potranno esplorare Fontane, Itinerari e Mete che hanno ispirato le opere d’arte realizzate dal Colletivo OP lungo le vie dell’acqua della valle. Per ogni esperienza percorsa verrà sbloccato un Contenuto Speciale grazie ai QR Code che troverai lungo i cammini, e verranno organizzati eventi d’arte, cultura e scienza con il Parco Nazionale dello Stelvio.

La natura e il rispetto che le si porta, il piacere di essere parte di una comunità unita da una sola sinfonia della quale, ciascuno, detiene il proprio unico suono, le bellezze dei luoghi, il gusto dei cibi, le qualità salutari delle acque hanno una meta in più: salire a Pejo3000 dove, avvicinandosi o entrando in una scultura monumentale studiata come un magico auditorium dal quale si domina un paesaggio sconfinato, si può ascoltare interamente la sinfonia di cui ciascuno ha svelato la propria nota.

 

www.UnoDiUnMilione.comaccademialascala.itAPT-ValdiSole

Posted in info | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Presentazione libro Mauro Biagini 27 Maggio a Milano

Posted by Freemilano su 26 maggio 2021

Presentazione libro Mauro Biagini presso il Covo della Ladra di Milano

BookAbout con Mauro Biagini

27 maggio in #livestreaming

Libri Morte a Porta Venezia in Ristampa

Giovedì 27 maggio alle ore 18:30 lo scrittore Mauro Biagini presenterà in diretta streaming dal Covo della Ladra di Milano il suo nuovo successo editoriale “Morte a Porta Venezia”, giunto alla seconda ristampa!

Un nuovo caso investigativo vede coinvolto, ancora una volta, il simpatico personaggio della magliaia Delia e il suo formidabile intuito. Il cadavere di un noto pubblicitario verrà trovato impiccato con una pashmina gialla. Ma non tutto sarà come appare. Quali personaggi saranno coinvolti nella vicenda verranno svelati giovedì 27 maggio insieme a Mauro Biagini in #livestreaming.

MORTE A PORTA VENEZIA, Fratelli Frilli Editori, è in vendita nelle migliori librerie di tutta Italia e store digitali e presso il Covo della Ladra al prezzo di € 14,90

Posted in info | Leave a Comment »

CARL HANSEN & SON: NUOVI COLORI PER LE ICONE DI HANS J. WEGNER

Posted by Freemilano su 20 maggio 2021

#Design CARL HANSEN & SØN: NUOVI COLORI PER LE ICONE DI HANS J. WEGNER

LIMITED EDITION 2021ILSE CRAWFORD VESTE CON NUOVI COLORI LE ICONE DI HANS J. WEGNER PER CARL HANSEN & SØN ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌

LOGO
LIMITED EDITION 2021

ILSE CRAWFORD VESTE CON NUOVI COLORI

LE ICONE DI HANS J. WEGNER PER CARL HANSEN & SØN

BM0488-oak-oil-cane-detail1_15.jpg
 Per festeggiare l’intramontabile eredità di Hans J. Wegner e una collaborazione di oltre 70 anni, Carl Hansen & Søn e la designer londinese Ilse Crawford hanno sviluppato una nuova gamma di colori per un lancio in edizione limitata delle prime sedie che Wegner creò per il brand danese nel 1950. La visionaria collezione First Masterpieces comprende cinque tra le sedie più rappresentative di Hans J. Wegner. Tra queste troviamo l’iconica CH24 – conosciuta anche come la Wishbone Chair – e la lounge chair intrecciata CH25, entrambe in produzione presso Carl Hansen & Søn da oltre 70 anni. Per l’occasione, Ilse Crawford ha vestito questi capolavori con cinque tonalità calde che conferiscono una prospettiva tutta nuova alla collezione. I colori ecologici e a base d’acqua hanno una finitura leggermente trasparente che fa risaltare l’originale venatura del legno di rovere ottenendo un effetto cromatico sfumato e strutturato.
MG501-oak-oil-fiord0961-MG501-oak-oil-natural-papercord-v2.jpg
ABOUT CARL HANSEN & SØN

Da oltre un secolo Carl Hansen & Søn produce mobili con grande passione e dedizione per l’artigianato di alta qualità. Carl Hansen & Søn è il maggior fabbricante internazionale di mobili progettati da Hans J. Wegner, oltre a produrre le opere di altri grandi maestri del design come Ole Wanscher, Kaare Klint, Poul Kjærholm, Mogens Koch, Frits Henningsen, Tadao Ando e EOOS. I mobili Carl Hansen & Søn sono fabbricati in Danimarca e venduti in tutto il mondo. Per saperne di più, visitare il sito www.carlhansen.com

l.csp?A=822097205033270&B=108

Posted in info | Leave a Comment »

MILANO CONTRACT DISTRICT: DESIGN EXPERIENCE TORRE MILANO

Posted by Freemilano su 20 maggio 2021

#MILANO #CONTRACT #DISTRICT TI OFFRE UNA #DESIGN #EXPERIENCE IN #TORREMILANO

TORRE MILANO: AL 12° PIANO DELL’EDIFICIO ANCORA IN COSTRUZIONE, L’APPARTAMENTO CAMPIONE TOTALMENTE FUNZIONANTE E REALIZZATO IN PARTNERSHIP CON MILANO CONTRACT DISTRICT

Ampie vetrate sul nuovo skyline milanese ma anche sulle icone architettoniche che da sempre fanno di Milano la più internazionale delle città italiane.
È questo il panorama che si può ammirare dall’appartamento campione realizzato al dodicesimo piano di Torre Milano, l’edificio
residenziale di 80 metri che, ancora in cantiere, ha appena raggiunto il tetto e che sarà terminato a fine 2022.
Un quadrilocale con soffitti alti fino a 4,30 metri; ampissime finestre che consentono alla luce naturale di inondare le stanze e a tutta altezza per poter accedere a terrazze loggiate che possono essere vissute 365 giorni l’anno, con una vista mozzafiato sui grattacieli di Porta Nuova, l’imponente Stazione Centrale, le torri di City Life, il Duomo di Milano e i polmoni verdi della città.

L’appartamento campione, totalmente arredato e funzionante, rappresenta ciò che saranno le unità abitative realizzate in Torre Milano: tipologie differenti e diverse metrature ma tutte accomunate da tagli che garantiscono la massima vivibilità ed efficienza che, in linea con il progetto architettonico, richiamano i grandi nomi dell’architettura razionalista milanese.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in info | Leave a Comment »

Arte BABS Milano: dalla Penna Biro al NFT e due gioielli d’artista per beneficenza

Posted by Freemilano su 18 maggio 2021

#Arte #BABS #Art #Gallery #Milano Dalla Penna Biro al NFT e due gioielli d’artista per beneficenza www.babsartgallery.it

Paolo Amico sarà presente i giorni 11, 12, 17 e 18 Maggio
dalle ore 14 alle ore 20.

Gradita la prenotazione per facilitare il rispetto delle normative anti COVID-19.
BABS Art Gallery presenta gli ultimi progetti dell’artista Paolo Amico, con un focus sulla tecnologia NFT, insieme a due gioielli di due artisti espressamente realizzati per due progetti benefici: il primo a favore della tutela delle donne con la Fondazione Ravae realizzato da Elizabeth Aro; il secondo, di Emilio Isgrò, a sostegno del progetto Pinksie the Whaledi Fondazione Mercurioper contrastare l’esclusione, dispersione e abbandono scolastici.

BABS

PRENOTA LA PARTECIPAZIONE ALL’EVENTO:
Martedì 11 Maggio 2021
Mercoledì 12 Maggio 2021
Lunedì 17 Maggio 2021
Martedì 18 Maggio 2021
BABS Art Gallery
Via Maurizio Gonzaga, 2 ang. Piazza Diaz – 20123 Milano (Italy)
www.babsartgallery.it

open.php?u=b75c2e04ef9ffdf7986ae0ac8&id=55fafdd384&e=5810c1330c

Posted in info | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

 
Modeemodi Press

Blog Redazione di Mode&Modi a cura di Laura Cusari

Fifty shades of Reds

IF YOU LIKE IT, WEAR IT!

MilanoPressit

Arte Cultura Food Beverage Fashion Design Moda Bellezza Salute Benessere Spettacoli Cinema Musica Notizie Teatro

MilanoNews.biz

Testata online di notizie utili per milanesi e non

Bakeka Annunci Gratis

cerco,offro,regalo,immobiliari

Nero Piuma

Blog di una scrittrice

Fashioncloudette's Blog di Claudia de Matthaeis

Live your life with style.......!!!

Meet The Artists - Art Box

Impara l'arte e non metterla da parte. Anto.

viviennelanuit

Non si sale mica nella vita, si scende. Lei non poteva più. Lei non poteva più scendere fin dove ero io… C'era troppa notte per lei intorno a me.“

Cucina, Divertiti e Assaggia

la cucina di famiglia fatta col cuore

ROMY_MC

All Style by Romina Cartelli

La Vita Attraverso Cinema e Arte

La vita attraverso il cinema

versicolando

anonimo nottambulo pervado

Marcela YZ

Il mio mondo

«ma Milan l'è on gran Milan»

«Non è vero che sono brutta. Non è vero che sopra di me c'è sempre la nebbia. Non è vero che sono fredda e penso solo ai soldi. [..] Per chi mi avete preso? Io sono Milano. E sono una bella signora.» ~ Un giorno a Milano

Blamod.com

Informazione libera no-profit a Milano - Redazione Online di Enrico Rasero