FreeMilano Press News Italia

Informazione libera no-profit a Milano – Redazione Online di Enrico Rasero

  • Accessi unici

    • 386.072 hits
  • maggio: 2021
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
  • soundcloud

  • #Social #Free #risorse #internet #radio

    fb_ico tw_ico ig_ico
    Le mie nuove
    Web Radio
  • Archivio storico

  • Blog che seguo

  • Traduci

Posts Tagged ‘libro’

Libri Milano noir #milanodaleggere

Posted by Freemilano su 25 aprile 2021

Milano da leggere

EDIZIONE 2021 SOTTO IL SEGNO DELLA SUSPENSE

Alla sesta edizione torna a tingersi di giallo la rassegna ideata dalle biblioteche per promuovere la lettura con l’offerta di ebook gratuiti messi a disposizione da autori ed editori: dieci romanzi gialli, polizieschi, thriller e noir. Storie che ci faranno appassionare e tenere con il fiato sospeso, ma anche una galleria di personaggi che si muovono per le strade di Milano, in luoghi riconoscibili o da scoprire.

Gli ebook saranno pubblicati uno ogni settimana, il mercoledì, e si potranno scaricare fino al 30 giugno.
Non mancare l’appuntamento con la lettura!

Link https://milano.biblioteche.it/milanodaleggere

Posted in info | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

#Libri “Morte a Porta Venezia” va in #ristampa

Posted by Freemilano su 24 aprile 2021

#Libri “Morte a Porta Venezia” va in #ristampa

“Morte a Porta Venezia” va in ristampa

Libri Morte a Porta Venezia in Ristampa

Ha riscosso un grandissimo successo l’ultimo avvincente romanzo giallo dello scrittore Mauro Biagini, “Morte a Porta Venezia”, edito da Fratelli Frilli Editori che, a meno di un mese dal suo debutto nelle librerie,è già andato in ristampa.

Ancora una volta la magliaia Delia e il commissario Attilio Masini, i personaggi preferiti dello scrittore, dovranno risolvere il mistero che ruota attorno a una morte misteriosa, avvenuta nella centralissima zona di Porta Venezia. All’interno di un monolocale usato come pied-à-terre, al primo piano di uno stabile in via Lazzaro Palazzi, viene infatti ritrovato il cadavere di un uomo impiccato con una pashmina gialla. A prima vista può anche sembrare un suicidio: un caso di impiccamento incompleto, ovvero quello in cui una parte del corpo rimane in contatto con il suolo. Un’ipotesi credibile considerando che la scena si svolge durante il primo lock down del Paese con la chiusura di tutte le attività commerciali e un futuro, per tutti, pieno di incognite. Ma qualcosa non torna. L’autopsia rivela ben presto che si tratta di un delitto e il silenzio di una città vuota che avvolge il quartiere, rende il mistero ancora più complesso e, soprattutto, senza testimoni chiave. Il romanzo noir ruota attorno a diversi aspetti delle debolezze umane: il tradimento, la passione, la depressione, la gelosia, ma anche la vendetta. In tutto questo saranno coinvolti la malavita cinese, complicate relazioni famigliari, giri di prostituzione, e soprattutto fragilità e vuoti interiori mai superati. La verità, drammatica quanto inaspettata, verrà svelata sul filo del rasoio dai due protagonisti e renderà giustizia ai morti, ma non senza lasciare ma non senza lasciare un velo di tristezza negli occhi del lettore.

MORTE A PORTA VENEZIA, Fratelli Frilli Editori, è in vendita nelle migliori librerie di tutta Italia e store digitali al prezzo di € 14,90

Posted in info | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

#Libri “il diavolo a Porta Romana”

Posted by Freemilano su 24 marzo 2021

#Libri “Il diavolo a Porta Romana” di Maria Rosaria Del Ciello e Giulio Palmieri

Collana History Crime n. 75
Delos Digital 2021 – ISBN: 9788825415513

Il diavolo a Porta Romana

Romanzo breve – prezzo: € 2,99 (digital format)

In breve 

Milano, aprile 1907. L’omicidio della giovane Lucilla nell’androne d’ingresso di palazzo Acerbi, a Porta Romana, riporta a galla l’antica leggenda del Diavolo. Secoli prima, durante la peste, il marchese Acerbi girava in carrozza per la città flagellata dal morbo, accompagnato da servitori in livrea verde. È lui il responsabile di quella morte? Quando spariscono anche due giovani ragazzi del posto, il commissario Pittarelli dovrà combattere contro il più antico nemico del genere umano: la superstizione.

Milano. Aprile 1907. Nel cortile di palazzo Acerbi, dove vive la famiglia del conte Rocchi, uno dei banchieri più in vista della città, viene trovato il corpo senza vita della giovane Lucilla Benedetti. Nelle tasche del vestito, foglioline d’artemisia. Sulle ante del portone d’ingresso, invece, appare disegnata con il carbone una croce, come quelle che i monatti disegnavano nel 1600 sulle porte delle case degli appestati.

Pochi giorni dopo, due giovani presso i navigli scompaiono nel nulla.

La gente inizia a rievocare l’antica leggenda del marchese Acerbi che, nel ‘600, abitava a Porta Romana. Dava feste e banchetti e usciva ogni sera in carrozza invitando giovani donne a palazzo. Lì, a Porta Romana, la peste non arrivava e per questo lui veniva considerato da molti il Diavolo.

La leggenda del marchese si intreccia con quella della strega Arima, rievocata nel corso di una seduta spiritica per ritrovare i due ragazzi scomparsi.

Chi è il responsabile della morte di Lucilla? Il Diavolo è forse tornato a Porta Romana?

Tra sospetti, rivolte popolari, ricerche sui navigli e negli ambienti raffinati della nobiltà milanese, il commissario Pittarelli avrà in fondo un solo nemico da rovesciare per risolvere il caso: la superstizione.

Gli autori 

Maria Rosaria Del Ciello vive a Roma con la sua famiglia. Laureata in Economia e Commercio, ha un passato di giornalista free-lance, è bibliotecaria e mamma di Chiara, Francesco e del gatto Romeo. La passione per la scrittura creativa l’accompagna da sempre. Ha pubblicato il suo primo racconto breve nell’antologia Delos Books 365 storie d’amore del 2013. Il suo primo racconto lungo, dal titolo L’apparenza inganna, è stato pubblicato nel giugno 2018 nella collana Passione Criminale (Delos Digital). Ha vinto la 42a edizione del premio WMI con il racconto Skull’s Hill. Nel 2019 un suo racconto è stato tra i finalisti del Gran Giallo di Cattolica. Per History Crime ha già pubblicato un altro racconto con il commissario Pittarelli, scritto insieme a Giulio Palmieri: L’esposizione dei finti suicidi (History Crime n. 65).

Giulio Palmieri è nato a Galatina (LE) nel 1979 e vive con la sua famiglia nella provincia di Varese. Legge da sempre e scrive dall’età di quindici anni. È appassionato di mitologia, studi antichi e letteratura. Ha pubblicato racconti brevi su antologie varie (per Alcheringa, Historica, Delos Digital, l’ArgoLibro) e un suo racconto è arrivato tra gli otto finalisti al Premio Zeno 2019. Di recente, sta portando a termine un romanzo. Nonostante i quarant’anni e un lungo curriculum nella consulenza informatica, diventare scrittore è quello che vorrebbe fare da grande. Per History Crime ha già pubblicato un altro racconto con il commissario Pittarelli, scritto insieme a Maria Rosaria Del Ciello: L’esposizione dei finti suicidi (History Crime n. 65).

Web: https://www.delosstore.it/ebook/53685/il-diavolo-a-porta-romana/

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

#Libri Mastro Titta e l’accusa del sangue

Posted by Freemilano su 17 marzo 2021

#Libri “Mastro Titta e l’accusa del sangue” di Nicola Verde

Mastro_Titta_e_l_accusa_del_sangue_per_webRoma gennaio 1869: Giambattista Bugatti detta le sue memorie allo scrittore Ernesto Mezzabotta. Roma, inverno 1859. La scomparsa di un neonato, figlio di un ufficiale francese, fa temere un nuovo “caso Mortara”. Il bambino, infatti, nato ebreo, è stato sottoposto a un “battesimo forzato” dalla sua balia. Rapito, dunque, dai gendarmi pontifici e condotto nella casa dei catecumeni perché venga allevato nella fede cristiana? Siamo nel momento più delicato in cui si sta decidendo l’alleanza franco-piemontese contro l’Austria, che c’entri, quindi, la “longa manus” di una delle due potenze, prossime alleate, per screditare lo stato pontificio affinché Napoleone III possa schierarsi senza suscitare le ire e lo sdegno dei cattolici europei? Oppure, si tratta, più semplicemente, della fuga della giovane nutrice proprio per sottrarre il neonato alle “grinfie” pontificie? Ma quando il bambino e la balia verranno trovati trucidati, omicidi ai quali ne seguiranno altri, a quelle prime ipotesi se ne dovranno aggiungere altre. Gelosia? Oppure si deve dar credito a “l’accusa del sangue”, il mito secondo il quale gli ebrei userebbero il sangue dei bambini cristiani per scopi rituali? O le ragioni di quel “furore assassino”, risiedono altrove? Anche in questo caso Giambattista Bugatti, Mastro Titta, il famoso boia papalino, e i suoi due amici, Amilcare Laudadio, ispettore di polizia di Borgo, e Giuseppe Marocco d’Imola, poeta e tornitore, sono coinvolti per sciogliere il mistero. Il nuovo avvincente romanzo di un autore che sta portando alla ribalta una Roma ottocentesca sconosciuta, buia, sporca, puzzolente e addormentata, ma assolutamente fascinosa, incantevole e seducente. –  Pagg. 304 coll. SuperNoir Bross €14,90 Isbn 9788869434983

L’autore
Nicola Verde
è nato a Succivo (CE) il primo marzo 1951, è sposato e ha un figlio; vive a Roma. Vincitore di alcuni prestigiosi premi dedicati al giallo, alla fantascienza e al fantastico, è presente in numerosissime antologie (Giallo Mondadori, Hobby & Work, Del Vecchio, Perdisa, Dario Flaccovio, Robin, Fratelli Frilli, Delos ecc.). Ha pubblicato i seguenti romanzi: Sa morte secada, (Dario Flaccovio ed. 2004; Delos

Digital 2015; Fratelli Frilli Editori ed. 2020), prefazione di Luigi Bernardi, semifinalista al premio Scerbanenco; Un’altra verità, (Dario Flaccovio ed. 2007), prefazione di Marcello Fois, vincitore del premio Qualità editori indipendenti; Le segrete vie del maestrale, (Hobby & Work 2008), prefazione di Ben Pastor, finalista

al Festival Mediterraneo del giallo e del noir. La sconosciuta del lago, (Hobby & Work 2011), liberamente ispirato al caso di Antonietta Longo, la decapitata di Castelgandolfo; Il romanzo è stato vincitore della sezione romanzi storici al Festival Mediterraneo del giallo e del noir. Verità imperfette (Del Vecchio 2014), “romanzo noir a più mani a incastri multipli”; Il marchio della bestia (Parallelo45 2017), quarto romanzo della “serie sarda”; Il vangelo del boia (Newton Compton 2017) già finalista al premio Tedeschi, è stato semifinalista allo Scerbanenco e finalista al premio Acqui Storia 2018, sezione romanzi storici.

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libri: COME LUPI NELLA NEVE

Posted by Freemilano su 2 marzo 2021

#Libri COME LUPI NELLA NEVE di Marco Di Tillo, Fratelli Frilli Editori

L’ispettore Marco Canepa si è fatto finalmente convincere dal suo amico Giuseppe Lolli. Andranno qualche giorno insieme nel paese molisano di Agnone, di dove Giuseppe è originario. Accolto a braccia aperte da tutti i componenti della famiglia Lolli, Canepa fa appena in tempo ad assaggiare le squisite specialità gastronomiche locali e a conoscere amici e parenti di Giuseppe, che subito il paese viene investito da una devastante tormenta di neve che, in breve tempo, lo taglia completamente fuori dal mondo. Nessuna possibilità di raggiungerlo dal fondo valle, niente corrente elettrica, nessun collegamento telefonico. Quella notte stessa un brutale omicidio sconvolge la vita di tutti gli abitanti.

Franco Furino, un romano con seconda casa ad Agnone, viene trovato ucciso all’interno della chiesa di Sant’Emidio, mentre sua moglie Germana e la figlia Camilla, di nove anni, risultano scomparse. Delle indagini si incaricano i quattro carabinieri della locale stazione, sotto il comando del pingue maresciallo Pasquale Conte, amico di infanzia di Giuseppe. Il tutto mentre un vecchio professore di storia, Aristide Ponzio, insigne studioso degli usi e costumi dei Sanniti, fa riecheggiare l’antica maledizione di una presunta strega risalente al 270 avanti Cristo. Il giorno seguente anche la moglie del Furino viene ritrovata uccisa, con un coltello nel cuore. Suo malgrado, l’ispettore Canepa, deve rinunciare alle agognate ferie e aiutare i carabinieri locali a risolvere i due omicidi che sembrano davvero inspiegabili. In questo noir i veri protagonisti, oltre all’azione stessa e alla dinamica degli eventi, sono i vari e curiosi personaggi del paese:il parroco, il sacrestano, la venditrice di formaggi, il geometra, il barista, il dottore nostalgico della Russia comunista. E poi c’è il passato che ritorna di continuo, in un incessante andirivieni temporale che va a mescolarsi ai tempi lenti della provincia italiana più sperduta e ai pensieri e ai ricordi di tutti, in un’atmosfera invernale malinconica e un po’ retrò.

Marco Di Tillo è laureato in Psicologia e ha scritto per più di vent’anni testi per programmi televisivi e radiofonici per la Rai. Per il cinema ha diretto la commedia Un anno in campagna e il giallo per bambini Operazione Pappagallo, scritto insieme a Piero Chiambretti. Per la narrativa per ragazzi ha scritto Il ladro di Picasso, Due ragazzi nella Firenze dei Medici, Il giovane cavaliere, Tre ragazzi ed il sultano e le favole illustrate per bambini Mamma Natale e Mamma Natale e i Pirati. È stato autore di testi originali per fumetti pubblicati da numerosi periodici e quotidiani italiani. Per Il Giornalino delle Edizioni Paoline ha ideato le serie I grandi del calcio, I grandi del jazz, I grandi del cinema. Ha vinto il Premio Paese Sera per una Nuova Striscia Italiana 1976 con la strip Piero ed è stato premiato al Salone di Lucca da Hugo Pratt. Ha pubblicato negli Stati Uniti i thriller storici The Other Eisenhower e The Dollfuss Directive. In Italia, ha scritto i gialli con protagonista l’ispettore laico-consacrato Marcello Sangermano. Della serie, sono già usciti Destini di sangue, Dodici giugno e Il palazzo del freddo. Ha scritto il romanzo La neve al mare che narra la disordinata estate di tre ragazzi di sedici anni. Nel gennaio 2020 è uscito invece Una santa per amica sulla sua amicizia giovanile con Madre Teresa di Calcutta. Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato i gialli dell’ispettore genovese Marco Canepa, Tutte le strade portano a Genova e Omicidio all’Acquario di Genova.

Pagg. 240 coll. SuperNoir Bross €14,90 Isbn 9788869435003

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libri: Stefano Labbia “il Trucco di Moliére”

Posted by Freemilano su 2 marzo 2021

#Libri #StefanoLabbia #ilTruccodiMoliére Black Robot Publishing

Stefano Labbia

IL TRUCCO DI MOLIÉRE

Storie folli. Autentiche. Da cardiopalma. Intessute di personaggi non reali, frutto della fantasia. Loro però la vita sì che la conoscono- o almeno così credono. Ipersensibilità, perplessità, domande che non hanno risposta e risposte che non hanno domande. A voler continuare: tempeste, povertà, floridezza, virtù d’animo (nonché di denaro), calma e violenza, opposti che si attraggono. Edifici crollati e ricostruiti senza l’ausilio delle macchine, sui loro stessi rottami. Non pensate crolleranno di lì a poco? E poi morti senza spiegazione, genio e follia, codardia e rettitudine. Chi spreca il suo tempo e chi di tempo proprio non ne ha, chi prende con leggerezza la propria esistenza, come quella degli altri. Vi sembra forse poco per avere un’idea de “Il trucco di Moliére”?

Link Amazon: https://www.amazon.it/dp/B08XNBYCXG

Scheda tecnica

Autore Stefano Labbia

Titolo Il Trucco di Moliére

Casa editrice Black Robot Publishing

Genere Narrativa – racconti brevi

Tematica Riflessioni sulla contemporaneità

Personaggi principali Vari

Ambientazioni Varie

Tempi della narrazione Attualità

Trama Varia

Commenti Le storie di Stefano Labbia sono fatte di scenari aridi e frenetici, di nichilismo e di una umanità di pietra. Le anime che vi trovano voce sono perse e rabbiose eppure non sempre rassegnate perché, anche se non lo danno a vedere, sanno che questo non è il migliore dei mondi possibili.

Note Quasi un novello Charles Bukowski, Labbia – senza alcol, droghe e compagnia bella s’intende. Ma così puro e “violento” al tempo stesso da somigliargli narrativamente parlando. E non si sa quanto ci ami o quanto possa a malapena sopportarle queste idiosincrasie, queste assurdità contemporanee, l’autore, se ce le propone nel menù del giorno. Baci (spesso rubati), abbracci, schiaffi, calci, pugni, pacche sulle spalle: in questa raccolta c’è tutto. Ma non c’è il contrario di tutto: Labbia è pericolosamente coerente a se stesso. Alla sua visione dei fatti che, ahimé, non è per nulla soggettiva ma bensì oggettiva. Senza malizia. Senza tracotanza. Senza mezzi termini. È tutto lì, nero su bianco. E noi, analfabeti del cuore come siamo, sapremo cogliere tra le righe la sofferenza, l’inquietudine, l’allegria, la gioia e… beh, tutto il resto?

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libri “L’alba è un massacro signor Krak” lo stravagante e sorprendente libro di Thomas Tsalapatis

Posted by Freemilano su 19 novembre 2018

#Libri segnaliamo”L’ alba è un massacro signor Krak” lo stravagante e sorprendente #libro di #ThomasTsalapatis

XY.IT editore

“L’alba è un massacro signor Krak”:

lo stravagante e sorprendente libro di Thomas Tsalapatis

L’alba è un massacro signor Krak”: così s’intitola lo stravagante libro del pluripremiato scrittore greco Thomas Tsalapatis, edito per la prima volta in Italia dalla casa editrice EDITORE XY.IT.

In questa serie di racconti, Tsalapatis adotta uno stile fresco e altamente personale: poesia e prosa si alternano nella cornice di un’improbabile dimensione surreale presentata, tuttavia, con geniale acume e assoluta verisimiglianza. Teste umane che crescono in giardino; chiodi che spuntano in fronte, sono solo alcune delle strane bizzarrie in cui incorre il protagonista del libro, il signor Krak, e che la penna dell’autore descrive con spiccate agilità e scorrevolezza. Quello del signor Krak è un universo favoloso sconcertante, intessuto, allo stesso tempo, di richiami e allusioni che lo rendono “profondo”, in grado di affascinare il lettore e tenerlo con gli occhi incollati alla pagina.

L’alba è un massacro signor Krakè il primo libro della nuova collana “(re)fusi”, della casa editrice EDITORE XY.IT, che con essa punta a valorizzare e promuovere una scrittura altamente originale e innovativa. I selezionati autori che ne fanno parte, infatti, sono dei “Redella scrittura; delle “teste coronate” dall’indiscusso talento, in grado di comunicare le proprie idee in modo unico. Proprio per questo, essi sono anche “fusi”; perché non rientrano nei banali canoni tradizionali ed esprimono contenuti originali, diversi da quelli di tutti gli altri. “Refuso”, però, è anche un errore sfuggito, esattamente come questi personaggi, con le loro brillanti opere e caratteristiche, sono sfuggiti a tutti gli altri editoriLeggi il seguito di questo post »

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

POLIMERO : un libro di “pelle”, di anime e di emozioni di Riccardo Mari

Posted by Freemilano su 14 maggio 2018

Segnaliamo #POLIMERO : un #libro di “pelle”, di #anime e di #emozioni di Riccardo Mari ed edito da XY.IT editore.

POLIMERO: un libro di “pelle”, di anime e di emozioni

cover polimero riccardomari2

Scritto dall’ecclettico musicista, pittore e fotografo Riccardo Mari, POLIMERO narra la storia di Paolo: la fuga da e la ricerca di se stesso, le donne, l’amore, i lividi sentimentali. Un libro di “pelle” che racconta la vita del protagonista fra avventure di giovinezza e sentimenti più importanti che giungono a stravolgerne e condizionarne l’esistenza.

Si tratta di un romanzo in parte autobiografico in cui l’autore costruisce, con grande abilità, microcosmi paralleli popolati da personaggi e vicende in grado di suscitare una rara empatia nel lettore; vissuti che dipingono perfettamente sentimenti e stati d’animo comuni: una passione devastante, l’abbandono, l’estraniamento da sé e dagli altri nonché la difficoltà di dover far fronte al tritacarne di pensieri e laceranti sensazioni che accompagnano la fine improvvisa di una storia.

POLIMERO parla di un amore che “sposta gli equilibri”, dell’esistenza di Paolo che perde il sonno e l’appetito; conduce nei meandri più remoti della mente dimora di ataviche e camaleontiche fobie, del terrore della morte che si incarna, adesso, anche in un padre ai suoi ultimi giorni di vita.

Ma POLIMERO, proprio come la supermolecola formata da tante altre molecole, è anche una storia di bellezza, che racconta di Martina, Monica, Giulia, Franziska, figure femminili che abitano le vite e le immagini dei protagonisti, ognuna con la propria forma e colore e pensiero. Ed è la storia di Nicole: che, nonostante le sue fragilità e insicurezze, è in grado di annientare la vita dell’uomo che incrocerà il suo destino.

Un libro che non si presenta, dunque, come il classico romanzo svenevole ma che si caratterizza, invece, come un’opera sincera; scritta da Riccardo Mari con uno stile schietto e diretto, senza la pretesa di fornire insegnamenti, ma con l’intento di regalare momenti di bellezza e sensualità nonché di verità ed introspezione. Un romanzo intenso, insomma, che coinvolge e si fa leggere tutto d’un fiato.

Disponibile già nei principali store digitali, POLIMERO sarà acquistabile anche presso lo stand Piano Forum M16 della fiera “Più Libri, Più Liberi”, in programma a Roma dal 6 al 10 dicembre. La presentazione ufficiale del libro si terrà, invece, il 20 dicembre, alle ore 17.00, nella storica libreria Boragno (via Milano 4, Busto Arsizio) alla presenza dell’autore, Riccardo Mari, e dell’editore Virginia Martelli.

POLIMERO, Editore: XY.IT, € 18,00

Per interviste e invio del libro, Ufficio Stampa Riccardo Mari:

Ardeche Comunicazione S.a.s.

Tel. 02.2367048 r.a.

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

14 luglio ore 18-30 presentazione libro Lhena di Olga Fotino alla Posteria di Nonna Papera

Posted by Freemilano su 12 luglio 2016

#presentazione #libro #Lhena di #OlgaFotino alla #LaPosteriadiNonnaPapera, #Milano

Segnaliamo la presentazione del libro Lhena di Olga Fotino che si terrà il 14 luglio dalle 18 in poi a La Posteria di Nonna Papera in via Piermarini 4.

Presentazione: OLGA FOTINO – LHENA

Il 14 Luglio, alle 18,30, alla Posteria di Nonna Papera di via F.Piermarini 4, in collaborazione con Giordano Vini, Olga Fotino presenta il suo libro, “Lhena”-edizioni Effigi, storia di un’ amicizia e di un amore fra gli anni ’70 e l’inizio del nuovo millennio, rese complicate dalle patologie dei protagonisti.

La malattia bipolare e il dilagare dell’eroina alla fine degli anni 70, quelli della contestazione giovanile, sono stati due problemi, per tanto tempo, sottovalutati dalla società

La protagonista viene coinvolta da entrambe le situazioni, per aiutare la sua amica malata e per salvare dalla droga il suo amore.

Ma dopo una lunga sofferenza la rinascita arriva.

Lhena, aiutata dagli affetti familiari riesce a venirne fuori, a ricominciare a vivere e ad avere una speranza per il futuro

Olga Fotino non si accontenta di scrivere, utilizza frasi e parole con una “semplicità” talmente piacevole, che sembra di ascoltare un’amica raccontare pezzi della sua vita, piuttosto che leggere un libro; e lo fa per mano di Lhena.

Il tema centrale è l’amicizia, colpisce molto la capacità di mettere in risalto i sentimenti e le emozioni della protagonista.

"…Ogni amicizia è un dono, bisogna solo saperlo usare e apprezzare nel modo in cui ci viene offerto! Ognuno di noi dà all’altro, inconsapevolmente, qualcosa…"

Anche voler bene ad un’amica non è sempre semplice.

“…Lhena aveva sempre creduto di aiutarla con il suo affetto, la sua abnegazione e quando succedeva così, tutti i suoi sforzi le sembravano inutili. Erano anni durante i quali se lo diceva. Anni, durante i quali malgrado le cure, i ricoveri in ospedale non cambiava niente. Ma Lhena si accaniva a pensare che un giorno, forse sarebbe guarita…"

Lhena è una giovane donna che affronta la vita intensamente, amante dell’arte e della lettura. In alcuni casi il racconto é crudo e vivo, Olga Fotino non si risparmia mai, non é avara di parole, nemmeno quando deve raccontare un buco sul braccio, il "grande mostro", la dura e cruda storia di Lhena e Valerio..

Li aveva accomunati la loro splendida storia d’amore. Si erano amati fino allo spasimo…Dietro al quadro di Valerio, una dedica: "Al sole che ha illuminato, in un periodo buio, la mia vita".

I temi trattati permettono riflessioni, onestamente l’autrice lo proporrebbe come testo obbligatorio di narrativa nelle scuole.

INTERVISTA ALL’AUTRICE:

D: “APPARENTEMENTE è UN ROMANZO, MA POTREBBE ESSERE CONSIDERATA UN’ANALISI DI APPROFONDIMENTO DEL DISTURBO BIPOLARE CON TUTTE LE SUE CARATTERISTICHE E ORIGINI/CAUSE?”

R: “Si il problema della depressione bipolare mi ha sempre colpita perché, come quasi tutte le malattie mentali, non sono o non sono state molto considerate. Nella presentazione che ho fatto nella mia città, uno psichiatra a cui avevo mandato il libro, ha voluto essere presente e ha parlato a lungo della malattia, delle cause e di quello che la Sanità (centri di salute mentale), ha voluto promuovere in questi ultimi decenni. È stato un intervento molto seguito, perché le persone vogliono capire. Per un certo periodo, sono stata un’insegnante di sostegno, perciò sono stata in contatto anche con malattie mentali di giovani studenti.”

D: “PERCHÈ TI SEI AVVICINATA A QUESTO TEMA? C’È QUALCOSA DI AUTOBIOGRAFICO O QUALCHE ISPIRAZIONE PARTICOLARE?”

R: “Niente di autobiografico. Ho solo avuto l’opportunità di conoscere delle persone che soffrivano di questa patologia, anche uomini, non solo donne. Da tutte queste conoscenze ne è venuto fuori il personaggio di Elena, assolutamente di fantasia. Devo dire che diverse persone che hanno letto il libro, hanno ravvisato nella protagonista, un parente, un amico. Perchè, purtroppo la malattia ha, per quasi tutti, la stessa tipologia, lo stesso sviluppo”.

D: “LA POESIA DELL’INIZIO DEL LIBRO è TUA? I VERSI VOGLIONO SIMBOLEGGIARE LA FINE DI UN PERCORSO DI VITA E L’INIZIO DI UN NUOVO ITER?”

R: “Sì, sono i versi finali di una mia poesia. Io credo che ci possa essere sempre una rinascita, dopo un periodo avverso. Bisogna cercare sempre in noi stessi la forza per ricominciare”.

D: “HAI DESCRITTO UN TIPO DI RAPPORTO UOMO-DONNA PURTROPPO MOLTO COMUNE AL GIORNO D’OGGI. ALCUNI UOMINI CERCANO DI SOTTOMETTERE LE LORO DONNE PERCHÈ SI SENTONO INFERIORI, ALCUNE DONNE INVECE, A CAUSA DELLA LORO FRAGILITÀ, SCELGONO UOMINI SBAGLIATI, FORSE A CAUSA DEL RAPPORTO DIFFICILE CON IL PROPRIO PADRE. QUALI SOLUZIONI VEDI?”

R: “Le donne devono essere più coraggiose. Se i rapporti con il partner sono difficili e insolubili (“ma io lo amo, non posso vivere senza di lui”) bisogna avere la forza di troncare e, se non ci si riesce da soli, bisogna farsi aiutare. Non possiamo dare la colpa sempre ai rapporti familiari, al padre o alla madre che non hanno saputo educarci all’autonomia, al rispetto. Il rispetto è la prima cosa che dobbiamo pretendere dall’altro. Elena, pur nella sua fragilità, lascia il marito violento. Lhena e Valerio, aiutati dagli amici, si separano (non si può vivere nel caos). Ecco, io ho voluto dare ai miei protagonisti questa consapevolezza: di agire secondo i propri principi, di avere il coraggio di cambiare le cose, seppur soffrendo, e facendosi aiutare per ricominciare a vivere”.

D: “L’AMICIZIA TRA DONNE È SEMPRE POSSIBILE, MA SPESSO NON SI È CAPACI DI FARE SQUADRA. COSA NE PENSI?

R: “L’amicizia fra donne è possibile e, se si perseguono gli stessi obiettivi, si fa sicuramente squadra. Quello che inquina l’amicizia sono gli agenti esterni. Nel caso di Elena, la malattia: malgrado questo però, l’amicizia resiste”.

D: “HAI TOCCATO IL TEMA DELL’IMMIGRAZIONE PARLANDO DEL PADRE DI LHENA. COME VEDI LA SITUAZIONE IN ITALIA? COME PENSI SIA POSSIBILE UN’INTEGRAZIONE NEL RISPETTO DEI DIRITTI RECIPROCI?”

R: “Il tema dell’immigrazione è un tema che ci coinvolge tutti. Io penso che la maggior parte degli italiani non sia razzista, forse lo diventa quando vede lesi i propri diritti, la burocrazia che rallenta i commerci, le tasse che strozzano. Vedere poi che gli immigrati sono molto più facilitati li fa sentire meno cittadini, meno tutelati dallo Stato, e cosi viene fuori il razzismo (“tu stai prendendo ciò che mi appartiene”). Però poi, a livello interpersonale, gli extracomunitari non sono mai stati un problema per noi italiani e per quanto riguarda certi lavori guai se non ci fossero. Gli immigrati in Italia sono il 5% della popolazione”.

BIOGRAFIA:

Olga Fotino è nata in Calabria a Cetraro (prov. Cosenza) qualche anno fa, come le piace dire.

Ha studiato a Roma e vive a Follonica (Gr). Ha lavorato presso il Ministero Pubblica Istruzione, in qualità di insegnante di Arte.

Nel tempo libero si diletta nella pittura e nella scultura.

Ha pubblicato un libro di poesie, e “Lhena” è il suo primo romanzo.

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

oggi SERATA EVENTO PRESENTAZIONE libro ‘DIARIO DI UNA HOSTESS’

Posted by Freemilano su 5 dicembre 2013

Presentazione del libro ‘Diario di una hostess’

QUANDO:

5 dicembre 2013 @ 19:00 – 23:45
DOVE:
Milano – Palazzo Reale
Piazza del Duomo 12, 20122 Milano
Italia Vedi Mappa Intera 
CONTATTO:

Tel. 02.89096698

Esordio alla scrittura di Serena Fumaria, ex modella professionista ed assistente di volo, oggi consulente marketing e di stile. Non a caso, la trama vede protagonista una hostess, che racconta sette personaggi dalle vite intrecciate in un cocktail frizzante e divertente di amori, amicizie reali e virtuali, viaggi e colpi di scena.

Posted in cultura, info, libri | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

 
Modeemodi Press

Blog Redazione di Mode&Modi a cura di Laura Cusari

Fifty shades of Reds

IF YOU LIKE IT, WEAR IT!

MilanoPressit

Arte Cultura Food Beverage Fashion Design Moda Bellezza Salute Benessere Spettacoli Cinema Musica Notizie Teatro

MilanoNews.biz

Testata online di notizie utili per milanesi e non

Bakeka Annunci Gratis

cerco,offro,regalo,immobiliari

Nero Piuma

Blog di una scrittrice

Fashioncloudette's Blog di Claudia de Matthaeis

Live your life with style.......!!!

Meet The Artists - Art Box

Impara l'arte e non metterla da parte. Anto.

viviennelanuit

Non si sale mica nella vita, si scende. Lei non poteva più. Lei non poteva più scendere fin dove ero io… C'era troppa notte per lei intorno a me.“

Cucina, Divertiti e Assaggia

la cucina di famiglia fatta col cuore

ROMY_MC

All Style by Romina Cartelli

La Vita Attraverso Cinema e Arte

La vita attraverso il cinema

versicolando

anonimo nottambulo pervado

Marcela YZ

Il mio mondo

«ma Milan l'è on gran Milan»

«Non è vero che sono brutta. Non è vero che sopra di me c'è sempre la nebbia. Non è vero che sono fredda e penso solo ai soldi. [..] Per chi mi avete preso? Io sono Milano. E sono una bella signora.» ~ Un giorno a Milano

Blamod.com

Informazione libera no-profit a Milano - Redazione Online di Enrico Rasero